Via dell'arte e dei mestieri

Museo delle miniere

HOME / ITINERARILA STRADA DEGLI SCRITTORI / LA VIA DELL’ARTE E DEI MESTIERI / MUSEO DELLE MINIERE

Museo delle miniere

Caltanissetta


Il museo mineralogico, paleontologico e della zolfara di Caltanissetta, unico nel suo genere in tutto il Meridione d’Italia, documenta l’attività mineraria delle antiche zolfare. Fu Sebastiano Mottura, che fondò a Caltanissetta la scuola mineraria intorno1862, a raccogliere i minerali che poi donò al museo-laboratorio ampliato negli anni grazie alle donazioni di ex allievi e direttori dell’istituto. Oltre alla collezione di importanti minerali, il museo conserva anche strumenti d’epoca utilizzati nella vita delle miniere. Presente anche una ricca collezione fotografica. 

Tappa importante per chi vuole conoscere la Sicilia dello zolfo che racconta un’epopea dolorosa, ma che seppe essere anche esaltante. 

Per circa due secoli la Sicilia ha avuto il monopolio naturale dello zolfo. Mai, però, l’estrazione di questo importante minerale è diventata industria competitiva. 

Al lavoro nelle miniere molti scrittori dedicarono pagine straordinarie. Terribili i canti degli zolfatari e spaventosi i loro racconti. Il poeta agrigentino Alessio Di Giovanni ne diede il senso in alcuni versi: «E vennu a la matina… li viditi? / parinu di la morti accumpagnati! / vistutiscuru, ca li cunfunniti / mmenzuluscuru di li vaddunati… / a dù a dù, o suli, stanchi e avviliti…». Altri versi si potrebbero rievocare, così come i racconti di Francesco Lanza, Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia. Oltre al museo di Caltanissetta, un altro importante fondo di minerali preziosi si conserva a Comitini, in provincia di Agrigento, appartenuto ad un profondo conoscitore del territorio e della storia dello zolfo, Angelo Cutaia.

Dettagli

ITINERARIO:
Via dell'arte e dei mestieri

COME ARRIVARE:
Viale della Regione, 71
Orario di apertura: dal lunedì al sabato 9:00 – 13:00

CONTATTI:
Telefono: 0934591280
Email:
Sito web: